CICLISMO ITALIANO PROTAGONISTA AI GIOCHI OLIMPICI 2016

Il ciclismo italiano, per adesso, è stato indubbiamente il principale protagonista dei Giochi Olimpici 2016 delle due ruote di Rio. La gara maschile su strada ha aperto il confronto Olimpico con un percorso duro e insidioso dove i nostri azzurri hanno disputato una prova superlativa mettendo in difficoltà gli avversari e gestendo la gara con grande intelligenza strategica tanto da spianare la strada a capitan Nibali, fermato solo da una caduta in discesa, quando stava per piazzare il suo attacco ai due compagni di fuga che gli avrebbe portato come minimo una medaglia di bronzo. Medaglia perduta al termine di una corsa impeccabile, amara per l'epilogo ma che ci soffisfa per l'interpretazione corale dei nostri azzurri.

Domenica si è disputata la gara femminile, stessa musica ma con una medaglia di Bronzo in più in bacheca. A conquistarla è stata la nostra Lisa Longo Borghini lanciata nel finale, sostenuta da una grande prova di tutte le azzurre. La Longo Borghini ha trainato le due avversarie, che all'arrivo l'hanno preceduta, alla ruota della stremata fuggitiva americana, ripresa a soli 300 metri dal traguardo, consapevole che un 3° posto era il gradino più alto alla sua portata. Una gara magistrale condita, questa volta, con una bella medaglia di bronzo conquistata. Medaglia d'Oro per Anna van der Breggen e argento per la svedese Emma Johansson.

Nella gara a cronometro di oggi, ancora soddisfazioni dalle donne con il buon 5° posto della nostra Longo Borghini, che per un frangente di gara ci aveva fatto assaporare il gusto di un'altra medaglia. Vince la mitica Kristin Armstrong su Olga Zabelinskaya e Anna van der Breggen, quinta per soli 14.14 secondi dal podio l'azzurra.

Tra gli uomini bella vittoria di Fabian Cancellara che rifila quasi un minuto a Tom Dumoulin e 1.22'' a Chris Froome. Solo 27° il nostro Caruso.

La strada si chiude con un solo Bronzo ma con tre prove imponenti dei nostri colori che si sono resi protagonisti con gare corali di alto livello atletico e tattico.

Da giovedì a domenica le speranze di gloria sono nelle gambe e nella testa dei nostri pistards e bikers: saranno le azzurre dell'inseguimento ad aprire le ostilità e a seguire tutte le altre discipline come di seguito:

Giovedì 11 agosto: qualificazioni inseguimento a squadre femminile (ore 21.19): Bartelloni, Frapporti, Valsecchi, Pattaro, Guderzo.
Sabato 13 agosto: semifinali e finali inseguimento a squadre femminile (ore 16.17).
Domenica 14 agosto: omnium maschile (Scratch ore 21.40, inseguimento 22.50, eliminazione 00.42): Viviani.
Lunedì 15 agosto: omnium maschile (km ore 15.21, giro lanciato 21, corsa a punti 22.23).
Sabato 20 agosto: mountain bike femminile (Partenza ore 17.30): Eva Lechner.
Domenica 21 agosto: mountain bike maschile (Partenza ore 17.30): Marco Aurelio Fontana, Andrea Tiberi, Luca Braidot.


Stampa   Email