Elezioni Regionali: il Veneto alza la testa e guarda avanti

La coalizione del neo eletto presidente Sandro Checchin ha nettamente prevalso sul rivale Ivano Corbanese e la sua squadra.
Vince la linea di rinnovamento di Sandro Checchin. le società venete non hanno avuto dubbi e proprio sui dubbi, suscitati dalla bella indagine di ciclismoweb.net, che forse hanno votato per un netto cambiamento.
A dare il colpo di grazia a Corbanese e Co., forse, ha influito lo spudorato appoggio della Presidenza Federale con il Sig. Renato Di Rocco e dalla sua vice presidente vicaria Sig. Daniela Isetti, candidata alla presidenza, dopo 8 inutili anni di insuccessi, critiche e lamentele.


L’indagine giornalista di ciclismoweb.net, che ha portato alla luce fatti ineccepibili, e la ridicola dichiarazione del Sig. Corbanese di non essere schierato con nessun candidato nazionale, quando invece (momentaneamente) godeva della spinta dell’attuale presidenza federale, e il mancato appoggio ad un candidato veneto e di esperienza come Silvio Martinello, hanno convinto le società che la scelta migliore da fare fosse quella di guardare al futuro.

Per la candidata Sig.ra Daniela Isetti, perdere una Regione importante come il Veneto, è una sonante e deludente sconfitta che potrebbe ripercuotersi anche in altre regioni che hanno a cuore il futuro del ciclismo.

Chi è Sandro Checchin
Checchin, 57 anni residente a Villanova di Camposampiero, in provincia di Padova, è stato funzionario commerciale informatico per la pubblica amministrazione dal 1990 al 1999, è sposato e ha due figlie. E' stato consigliere comunale a Villanova di Camposampiero e dal 1999 al 2008 nonchè assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica dello stesso Comune.
Dal 1992 è giudice di gara regionale e dal 2000 nazionale.
Dal 2009 al 2012 è stato componente la Commissione Regionale Giudici di Gara; dal 2012 docente Centro Studi e dal 2013 al 2020 presidente la Commissione Giudici di Gara del Veneto.

Il dirigente padovano ha ottenuto 250 preferenze. Ha preceduto l'altro candidato alla presidenza il trevigiano Ivano Corbanese che ne ha ottenute 117; mentre le schede nulle sono state 3.
Alle votazioni hanno partecipato 126 rappresentanti delle società che avevano a disposizione 370 voti.
Alla manifestazione sono intervenuti la vice presidente vicaria della Federazione Ciclistica Italiana, Daniela Isetti ed i consiglieri federali Bruno Battistella e Gian Paolo Fantoni.

La nostra redazione si congratula con il neo eletto presidente e augura un buon lavoro in nome dello sviluppo del ciclismo giornale e di tutto il suo movimento regionale, compre le DONNE!

Walter Pettinati


Stampa   Email