Gabriele Benedetti investito in allenamento: 2 costole rotte e stop preparazione per l'Europeo e il Mondiale

Gabriele Benedetti investito in allenamento: 2 costole rotte e stop preparazione per l'Europeo e il Mondiale

A dare la notizia dell'incidente è stato suo babbo Alessio, buon ex ciclista dilettante. Il figlio Gabriele Benedetti, Campione Italiano in carica in forza alla Zalf Euromobil Desirèe Fior, è rimasto vittima di un incidente stradale durante un allenamento riportando la frattura di due costole e escoriazioni varie.

Cassani, perchè decidere le convocazioni un mese prima di Tokyo con il Tour in corso?

Cassani, perchè decidere le convocazioni un mese prima di Tokyo con il Tour in corso?

L'unica critica (costruttiva) che mi sento di rivolgere al nostro CT ed ex avversario di tante gare è la decisione delle convocazioni, a mio avviso diramata troppo in fretta, mentre il Tour era solo alla terza tapppa.
Oltre a dare una mazzata taglia morale per i ciclisti in gara nella prestigiosa gara a tapppe francese. Così facendo, lo stimato CT Cassani ha volutamente rinunciato a vedere le forze campo che avrebbero potuto cambiare i convocati e sconvolgere i suoi piani tattici già pianificati con Gianni Moscon e Alberto Bettiol capitani.

Cara Federciclismo, caro CT, troppo facile criticare gli azzurri XCO senza fare auto critica

Cara Federciclismo, caro CT, troppo facile criticare gli azzurri XCO senza fare auto critica

L'articolo pubblicato sul sito ufficiale della Federciclismo mi ha lasciato molto perplesso. Non si era mai vista una Federazione/Commissario Tecnico criticare le prestazione dei sui corridori. Troppo facile, caro CT, scaricare la colpa sugli atleti che comunque hanno messo in strada tutto il loro impegno.
Perchè non viene fatta una seria auto critica tecnica e organizzativa per valutare la performance dei nostri azzurri che portato a questa disfatta?

Dalla Scuola di Ciclismo di Biagio Cavanna vi propongo un'idea...

Dalla Scuola di Ciclismo di Biagio Cavanna vi propongo un'idea...

L'importante idea di Biagio Cavanna, di professione massaggiatore, scopritore ed esaltatore di talenti e fondatore della Scuola ci Ciclismo della Siof, la squadra di ciclisti creata con l’obiettivo di trovare i fedeli custodi del Campionissimo.

Biagio Cavanna nasce a Novi Ligure il 3 luglio 1893. E' stato un pistard e dirigente sportivo italiano, divenuto celebre per aver scoperto ed allenato dapprima Costante Girardengo, Learco Guerra e Fausto Coppi. Il celebre massaggiatore, divenuto cieco da ciclista (sintomi iniziarono durante durante la Sei Giorni a Dortmund nel 1936), lasciò il ciclismo e la vita sociale dopo che l'Airone chiuse gli occhi per sempre. Cavanna muore il 21/12/1961.

La diminuzione dei chilometri di gara può incidere sullo sviluppo del giovane ciclista?

La diminuzione dei chilometri di gara può incidere sullo sviluppo del giovane ciclista?

Il ciclismo italiano sta attraversando un periodo di crisi, pochi sono i nuovi talenti che vengono sfornati dalle categorie giovanili e dilettanti. Molti si pongono delle domande alle quali è impossibile rispondere con la giusta soluzione. Idee, opinioni spesso mettono a confronto anche i più formati tecnici ed ex ciclisti professionisti, ciclisti, appassionati sportivi e menti storiche del giornalismo sportivo delle due ruote. Una volta la nostra bella Italia era una nazione all'avanguardia nel ciclismo. La scuola di ciclismo ideata da Biagio Cavanna detto “il mago di Novi” e/o “l’omon di Novi”, anticipò di quasi mezzo secolo quanto fatto dalla Federazione britannica e dal Team Sky per conquistare cinque Tour de France.

Image