Governo, Zona Rossa? ciclisti liberi di pedalare fuori dal proprio Comune di residenza

Il Governo da "Via libera" ai ciclisti di pedalare e correre uscendo dal territorio comunale. La concessione è avvenuta grazie al confronto tra l'Esecutivo e l'Associazione di Promozione Sportiva “ZeroSbatti”.
"Pedalare e correre per mantenersi in allenamento, purché in forma individuale e rispettando il distanziamento fisico, è possibile anche uscendo dal perimetro del proprio comune di residenza." Una notizia uscita dal Decreto Natale che si trova sul sito del Governo (clicca qui) e che vale anche nelle regioni classificate come “zona rossa” e “arancione” purché ci si attenga al rispetto del distanziamento fisico o attività svolta in forma individuale.


Lo spostamento è funzionale alla sola attività sportiva svolta con rientro al punto di partenza (non si può fare una trasferta a tappe).

A comunicarlo prontamente, oltre ai giornali nazionali, è stato il giornalista-ciclista Carlo Carotenuto, confermando la sua precedente interpretazione, con un articolo uscito su regalamiunsorriso.it (clicca qui)

Anch'io che mi ero limitato a pedalare tra le colline del Comune di Fucecchio, onde evitare inutili discussioni. Da oggi, maltempo permettendo, potrò tornare a pedalare in piena libertà e tranquillità.

W lo sport e W il ciclismo che ci regala la possibilità di pedalare in solitudine e in totale libertà.

Walter Pettinati


Stampa   Email